dal 21 al 30 settembre 2018 a Forlì e in Romagna

Shirin Ebadi: la Premio Nobel il 18 maggio a Forlì per parlare della lotta per i diritti civili

incontro con il premio Nobel per la pace del 2003 Shirin Ebadi
nell’ambito degli “Experience Colloquia” promossi dalla Fondazione 

Nata nel nord dell’Iran Ebadi studiò giurisprudenza a Teheran e subito dopo la laurea partecipò agli esami per diventare magistrato. Dal 1975 al 1979 ricoprì la carica di presidente di una sezione del tribunale di Teheran. Dopo la Rivoluzione Islamica del 1979 fu costretta, come tutte le donne giudice, ad abbandonare la magistratura. Nel 1994 partecipò alla fondazione della “Society for Protecting the Child’s Rights” un’associazione non-governativa della quale è tuttora dirigente.

Come avvocato è solita occuparsi di casi di liberali e dissidenti entrati in conflitto con il sistema giudiziario iraniano. Nel 2009 la polizia di Teheran ha fatto irruzione nel suo appartamentosequestrando il premio Nobel. All’epoca dei fatti Ebadi si trovava a Londra in una sorta di esilio autoimposto per sfuggire ad un mandato d’arresto per presunta evasione fiscale e da allora non ha più potuto fare rientro in patria.

L’incontro – aperto gratuitamente a tutti fino ad esaurimento posti, pur essendo pensato in primo luogo per gli studenti delle scuola secondarie – prenderà spunto dal suo ultimo libro, in equilibrio tra saggio e memoria personale: “Finché non saremo liberi. Iran. La mia lotta per i diritti umani”, edito dalla Bompiani.

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter